Una legge di sistema per le nostre città

In Italia la legge urbanistica generale risale al 1942 e chiaramente non può più essere attuale al giorno d’oggi. Per questo in Senato mi sto impegnando in prima persona per scrivere

una nuova legge di sistema per le nostre città, uno strumento organico per “fare” la rigenerazione urbana anche nel nostro Paese e non solo chiacchierare su di essa..

Le finalità della rigenerazione urbana prevista dalla nuova legge (atto Senato 1131) sono molteplici:

  • Riuso edilizio di aree già urbanizzate e di aree produttive,
  • Promozione del divoro e lotta al degrado urbano;
  • Sostegno della biodiversità,
  • Contenimento del consumo del suolo,
  • Riduzione dei consumi idrici,
  • Tutela dei centri storici caratterizzati da forte pressione turistica,
  • Contrasto della desertificazione commerciale,
  • Integrazione delle infrastrutture, anche digitali innovative
  • Mobilità del ciclo dei rifiuti con il tessuto urbano,
  • Sostegno dell’edilizia residenziale o abitativa sociale (social housing),
  • Efficientamento energetico,
  • Partecipazione attiva degli abitanti sin dalle fasi di progettazione e nella gestione dei programmi di intervento.

Come? Con incentivi fiscali, con la modulazione degli oneri di urbanizzazione in base alla qualità degli interventi, con il principio per cui una nuova giunta non può disfare il lavoro fatto dalle precedenti amministrazioni a meno di un dimostrabile maggior interesse pubblico e con l’analogia con il codice degli espropri per permettere all’interesse pubblico di prevalere su quello privato laddove il Consiglio comunale abbia determinato le aree da rigenerare.

Ultime Notizie
Tags