risoluzione contro il cambiamento climatico

Approvata la risoluzione contro il cambiamento climatico di cui sono stato relatore

Il 13 gennaio la Commissione Ambiente e Territorio del Senato ha approvato la “Risoluzione per la neutralità climatica contro il cambiamento climatico”, atto di cui sono stato relatore.

In 23 punti abbiamo definito la posizione dell’Italia nella trattativa europea che il Governo affronterà: energia, trasporti, industria, agricoltura, infrastrutture, città, finanza verde.
Il primo obiettivo è senza dubbio la riduzione entro il 2030 del 55% delle emissioni dei gas climalteranti.

Secondo la Commissione Europea il conseguimento di una riduzione del 55% delle emissioni di gas a effetto serra entro il 2030 non solo metterebbe l’Unione sulla buona strada per conseguire la neutralità climatica, ma comporterebbe anche una serie di vantaggi:

  • Riduzione complessiva del 60% dell’inquinamento rispetto ai livelli del 2015;
  • Diminuzione dei danni alla salute per almeno 110 miliardi di euro rispetto ai livelli del 2015
  • Calo dei costi di controllo dell’inquinamento atmosferico di almeno 5 miliardi di euro nel 2030.
  • Diminuzione delle importazioni di energia di oltre un quarto nel periodo 2021-2030 con conseguenti ed ingenti risparmi (100 miliardi di euro sulla spesa per le importazioni dell’Unione nel periodo 2021-2030 e fino 3 mila miliardi di euro entro il 2050).

Infine, in termini di costi, la Commissione sostiene che per conseguire riduzioni delle emissioni di gas a effetto serra del 55% occorrerà sì investire nel sistema energetico, ma i maggiori investimenti iniziali saranno ripagati nel tempo dalla riduzione del consumo di combustibili fossili.

Ecco il testo completo della risoluzione della 13^ Commissione Permanente (Territorio, ambiente, beni ambientali)

Ultime Notizie
Tags